DALL’INSERTO AUTISMO E SOCIETA’ – La sindrome di Asperger al femminile
Rivista di Arti Terapie e Neuroscienze / asperger al femminile

DALL’INSERTO AUTISMO E SOCIETA’ – La sindrome di Asperger al femminile

Un aspetto ancora poco conosciuto riguarda la manifestazione della Sindrome di Asperger al femminile:
Spesso molte donne non vengono riconosciute in questa particolare condizione, quali sono le caratteristiche più distintive dell´Asperger al femminile, e quali le eventuali comorbidità più frequenti?

Con il passare del tempo capisco meglio come le donne affrontano la loro diversità e quello che fanno durante tutta la vita è cercare di affrontare quella diversità.
Un modalità è rifugiarsi nell´immaginazione, quindi la persona, che non è apprezzata ed accettata dagli altri, può fuggire nella latteratura fantastica. Sono grandi lettrici di romanzi, a volte, ne scrivono di propri e hanno amici immaginari. Questi non sono un problema a scuola o per le altre persone, ma lo diventano se si convincono che “se non sono rispettata ed apprezzata in questo mondo, scappo nell´immaginazione”.
E se hanno talento, possono diventare scrittrici, artisti e a volte attrici. E alcune sviluppano l´abilità di recitare così bene… che stavo parlando con qualcuno con la sindrome di Asperger che è un attore professionista che, in risposta all´osservazione: “Ma devi essere molto ansioso sul palco!”, ha detto:
“No. Sono molto felice sul palco. Perché so cosa lei sta per fare. So cosa lui sta per fare. So cosa devo dire. So dove devo mettermi. Sono rilassato. La vita è prevedibile”.
E quindi alcuni possono essere così bravi ad imitare da farne una carriera. Sono dei mimi nati. Hanno l´abilità di mettere in scena la parte delle altre persone. Ma quello che dobbiamo fare è vedere dietro la facciata, dietro la maschera, per identificare chi è la persona reale. Quindi possono scappare nell´immaginazione, possono usare l´imitazione e la recita. Possono comportarsi molto bene, in modo da non farsi notare.
Nelle adolescenti Asperger, ci sono due gruppi. Uno è composto da quelle brave, perfette e che cercano di non mettersi nei guai. E l´altro da quelle che dicono: “Ah. Va all´inferno. Mi tingo i capelli, mi farò piercing e tatuaggi. Sai “Io odio il mondo e…” (mi dispiace se posso confondere se usate questo gesto in Italia) “vaffa…al mondo intero!” E, come diciamo in Inghilterra, escono fuori dai binari perché odiano il mondo e quindi pensano: “perché dovrei essere coerente?”.
Ci possono essere casi in cui instaurano relazioni con gli animali, quindi, ad esempio, hanno molti gatti, cani, cavalli e così via e si relazionano meglio con gli animali che con le persone.
Una cosa in cui le donne con l´Asperger possono essere molto brave è nell´occuparsi del prossimo e nel farne una professione. Possono essere molto brave con i bambini piccoli o come infermiere ed hanno l´abilità di mostrare compassione per gli altri ad un livello considerevole.
Mi rendo conto che le donne, in altre situazioni sonosfortunatamente vulnerabili agli approfittatori. Non sono molto capaci a giudicare il carattere degli altri e hanno una bassa autostima, non hanno un gruppo di amici per verificare se qualcuno sia o meno una brava persona e tendono a lasciarsi abbindolare dalle attenzioni degli altri. Inoltre sono molto vulnerabili ai rapport sbagliati e alle persone che si approfittano di loro. Ci sono molti casi del genere.
Un´altra situazione che si presenta nelle donne è quella di diventare madre. Possono essere madri eccellenti ma il problema è la sicurezza in se stesse. Una madre tipica sa intuitivamente come essere una brava madre, mentre queste madri sono spesso insicure: “Sono una brava madre? Sto facendo la cosa giusta?” E hanno bisogno di molte rassicurazioni.
Quindi possiamo identificare alcune caratteristiche. Per esempio: la faccia della persona può essere molto inespressiva. So che in italia le persone sono molto…sai…espressive con la loro faccia, etc.. Ma a volte le ragazze e le donne sono molto rigide e immobili quando devono esprimere le emozioni o impiegano uno o due secondi prima di rispondere perché stanno pensando. Perché normalmente la risposta, l’interazione, l’essere in sincronia con il linguaggio del corpo… è immediato. Qui c´è un “Ah, ok!” e c´è quella frazione di secondo di ritardo dove pensano: “Cosa si aspettano che faccia?”.
E quindi è molto difficile in questo modo, definire con precisione di cosa si tratta. Ma come clinico, e questo suona poco professionale, è una sensazione. Perché nel corso degli anni ho sviluppato uno schema, una concettualizzazione interna di centinaia, se non diverse migliaia di donne con l’Asperger e di come si collocano all’interno della varietà che ho osservato. Si distinguono in modi differenti. Ho osservato che molte donne hanno sviluppato un interesse nella psicologia e spero che un giorno elaboreranno una psicoterapia da aspie, per gli aspie, condotta da aspie, perché li capiscono.

L’intera intervista si può trovare su http://www.spazioasperger.it/

Leave a comment

Commenta

SCARICA LA NUOVA APP DEL DOCENTE
E SCOPRI LA FORMAZIONE ACCREDITATA A PORTATA DI CLICK

App del Docente

Disponibile gratuitamente
per iOS ed Android

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi