Strict Standards: Declaration of JCacheControllerView::get() should be compatible with JCacheController::get($id, $group = NULL) in /web/htdocs/www.artedo.it/home/libraries/joomla/cache/controller/view.php on line 137

Regolamento di Artedo

Condividi questo articolo

Submit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to StumbleuponSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

REGOLAMENTO DELL'ASSOCIAZIONE DI PROMOZIONE SOCIALE

Ar.T.e D.O. – POLO MEDITERRANEO DELLE ARTI TERAPIE E DELLE DISCIPLINE OLISTICHE”

con sede in Carmiano (LE) alla via Villa Convento n. 24/a

Ar.T.e D.O. – POLO MEDITERRANEO DELLE ARTI TERAPIE E DELLE DISCIPLINE OLISTICHE nasce nel 2006 a Carmiano (LE) con il nome di Polo Mediterraneo di Musicoterapia, con la finalità statutaria di istituire dei Registri Professionali degli operatori della Musicoterapia, per la rappresentanza degli stessi nei contesti istituzionali e per il riconoscimento della professioni. L’associazione cambia il proprio nome in ARTEDO nel 2012, proponendosi di conseguire i medesimi obiettivi originari per tutte le Arti Terapie (Musicoterapia, Danzamovimentoterapia, Arte Terapia, Teatroterapia e Drammaterapia).

E’ un’associazione di Promozione Sociale costituita ai sensi della L. 383/2000 ed opera secondo quanto stabilito nello Statuto e per il primario soddisfacimento di interessi collettivi e dei bisogni del territorio.

Il presente Regolamento stabilisce i principi attuativi dello Statuto sociale ai sensi e per gli effetti dell’articolo 2 dello stesso e sancisce le linee guida per l’interpretazione e per la messa in atto delle attività in esso previste.

Per perseguire operativamente i suoi obiettivi, ARTEDO può istituire sedi in Italia e all’estero, ciascuna delle quali in ottemperanza con quanto stabilito dalle due sezioni in cui si articola la mission statutaria.


1 Delle strutture
Nucleo fondamentale dell’Associazione sono le organizzazioni (le associazioni, le cooperative e gli enti già costituiti, con atto pubblico o privato), la cui domanda sia stata accolta dal Consiglio Nazionale di ARTEDO e le cui attività siano improntate in maniera stabile e continuativa al conseguimento della mission statutaria di ARTEDO. Esse danno vita a: Federazioni Provinciali, Regionali e Delegazioni di ARTEDO.

Ogni cittadino può partecipare ad ARTEDO accettando il presente statuto e le sue finalità, chiedendo l'iscrizione ad una Federazione Provinciale, per il tramite di una Delegazione o direttamente al Consiglio Nazionale dell’Associazione.

Sono organi di ARTEDO:

- l’Assemblea Nazionale;

- il Consiglio Nazionale;

- il Presidente;

- il Vice-Presidente;

- il Collegio dei Revisori dei Conti, ove previsto.

 

1.1 Assemblea Nazionale
Convocata in seduta ordinaria almeno una volta l’anno ed in via straordinaria su richiesta del Consiglio Nazionale o di almeno un terzo degli associati.
L’Assemblea Nazionale è sovrana ed è convocata via email, con raccomandata A/R o con avviso pubblico affisso presso la sede sociale almeno quindici giorni prima della data dell’assemblea.
In prima convocazione l’Assemblea ordinaria è valida se è presente la maggioranza degli associati e le deliberazioni sono valide se assunte dalla maggioranza dei presenti; in seconda convocazione non vi è vincolo numerico di presenze e le deliberazioni sono assunte validamente dalla maggioranza dei presenti.

L’Assemblea ordinaria ha i seguenti compiti:

  1. approva il bilancio, ovvero il rendiconto economico e finanziario preventivo e consuntivo;
  2. approva il Regolamento Interno e le sue eventuali modifiche;
  3. delibera sui programmi pluriennali dell’Associazione;
  4. elegge il Consiglio Nazionale;
  5. ratifica l’ammissione e le dimissioni dei soci e l’apertura di sedi secondarie dell’Associazione (deliberate dal Consiglio Nazionale).

L’Assemblea Straordinaria delibera, con la presenza di almeno un terzo degli associati, sulle modifiche dello statuto e sull’eventuale scioglimento dell’Associazione.
All’apertura di ogni seduta l’Assemblea elegge un Presidente e un Segretario che dovranno sottoscrivere il verbale finale.

 

1.2 Consiglio Nazionale
Il Consiglio Nazionale dura in carica cinque anni, viene eletto dall’Assemblea degli associati ed è composto da tre a sette membri scelti tra i soci, rieleggibili senza limitazioni.
Il Consiglio Nazionale è validamente costituito quando sono presenti la maggioranza dei membri. Per la validità delle sue deliberazioni è necessaria la maggioranza assoluta dei voti espressi.

Il Consiglio Nazionale è l’organo esecutivo dell’Associazione. Esso è convocato da:

  1. il Presidente;
  2. almeno due componenti, su richiesta motivata.

Il Consiglio Nazionale ha tutti i poteri di ordinaria e straordinaria amministrazione.
Nella gestione ordinaria i suoi compiti sono:

  1. eleggere tra i propri membri il Presidente, il Vice Presidente e ogni altra carica funzionale e di rappresentanza;
  2. predisporre e approvare i programmi di attività dell’Associazione da sottoporre all’assemblea;
  3. predisporre e sottoporre all’Assemblea la relazione sull’attività svolta e il bilancio, ovvero il rendiconto economico e finanziario, preventivo e consuntivo, da depositare con i suoi allegati presso la sede dell’Associazione nei quindici giorni che precedono l’assemblea convocata per la sua approvazione;
  4. eleggere il Comitato Scientifico, fatta eccezione per il Presidente dell’Associazione che è di diritto anche il Presidente del Comitato Scientifico;
  5. stabilire gli importi delle quote annuali sociali e degli eventuali contributi straordinari;
  6. assumere il personale dipendente;
  7. deliberare su tutti gli atti non devoluti per statuto alla competenza dell’assemblea

 

1.3 Presidente
Il Presidente dura in carica cinque anni ed è rieleggibile senza limitazioni. È nominato dal Consiglio Nazionale.
Il Presidente è il legale rappresentante dell’Associazione a tutti gli effetti.

Egli ha il compito di:

  1. convocare e presiedere le Assemblee degli associati;
  2. convocare e presiedere il Consiglio Nazionale;
  3. convocare e presiedere il Comitato Scientifico;
  4. sottoscrivere tutti gli atti amministrativi compiuti dall’Associazione;
  5. aprire e chiudere conti correnti bancari e postali e procedere agli incassi ed ai pagamenti.

Il Presidente può delegare ai singoli associati incarichi specifici per la gestione delle varie attività dell’Associazione.
Egli presiede l'Ufficio di Presidenza e, in caso di impedimento è sostituito dal Vice-Presidente. In caso di necessità ed urgenza, inoltre, assume i provvedimenti di competenza del Consiglio Nazionale e sottoponendosi a ratifica nella prima seduta successiva.

 

1.4 Vice-Presidente
Il Vice-Presidente è nominato dal Consiglio Nazionale. Egli sostituisce e assume temporaneamente le funzioni del Presidente, in caso di suo impedimento o assenza.
Il Vice-Presidente dura in carica cinque anni e, su delega del Presidente, può essere investito del potere di firma per tutti gli atti di ordinaria e straordinaria amministrazione.

 

1.5 Collegio dei revisori
Il Collegio dei Revisori dei Conti, ove previsto, è composto da tre membri effettivi eletti dall'Assemblea Nazionale su proposta del Consiglio Nazionale. Essi possono essere scelti anche al di fuori dell'Associazione, durano tre anni e possono essere riconfermati illimitatamente. Il Collegio dei Revisori controlla l'Associazione, vigila sulla osservanza delle Leggi e dello Statuto sociale ed accerta la regolare tenuta della contabilità.
I membri del Collegio dei Revisori dei Conti possono intervenire nelle Assemblee e nelle riunioni del Consiglio Nazionale. Il Collegio deve presentare una relazione che viene allegata alla relazione annuale del Consiglio Nazionale relativa al bilancio.
Il collegio esercita i poteri e le funzioni previste dagli articoli del Codice Civile (2403 e sg.).
Tutte le cariche ricoperte dagli organi dell’Associazione sono gratuite.
La Mission Statutaria di ARTEDO è suddivisa in due sezioni: ogni associato, organizzazione o privato cittadino può aderire indifferentemente ad ARTEDO in nome di una sola delle due sezioni o di entrambe.

 

2. SEZIONE I
Attraverso la SEZIONE I, ARTEDO intende conseguire l’iscrizione nel Registro Nazionale delle APS ai sensi della L. 383/2000, per i numerosi vantaggi che questo traguardo comporta per le organizzazioni consociate e per il territorio (progettazione sociale, servizio civile, erogazione servizi per le fasce deboli).

Per far ciò, l’Associazione:

  • promuove e sviluppa iniziative di carattere sociale, culturale, artistico, turistico, formativo, sportivo e riabilitativo, finalizzate alla promozione umana e per l’esclusivo soddisfacimento di interessi collettivi;
  • promuove nuovi modelli di società attraverso iniziative etiche e forme di volontariato finalizzate alla rimozione delle cause del disagio;
  • individua aree di disagio sociale dove intervenire attraverso iniziative concrete di solidarietà e promozione umana;
  • promuove la cultura della condivisione e del lavoro in rete, alla ricerca di soluzioni etiche in grado perseguire o di elevare il livello di benessere del Territorio e degli operatori del Terzo Settore che sono diretta espressione di quello.

Le Federazioni aderiscono alla SEZIONE I dello Statuto di e costituiscono i Soci Ordinari di ARTEDO. Esse sono fondate da Delegazioni o da altre organizzazioni e raggruppano in ogni caso tutte le Delegazioni di Artedo del territorio provinciale che all’interno di quelle posso esprimere il proprio voto.
Relativamente alla SEZIONE I, le Federazioni Provinciali e Regionali concorrono al perseguimento della Mission Statutaria all’interno del progetto denominato “Creiamo la rete”.
Il sito istituzionale per gli aderenti alla SEZIONE I è www.artedo.it, sito sul quale è pubblicato l’elenco di tutte le Federazioni.
A tale progetto fanno riferimento i siti www.mappaterzosettore.it, sito di tutti i partner di ARTEDO e www.artedonetwork.com, il social network del Terzo Settore.
E’ prevista la costituzione di una Federazione Provinciale su iniziativa di almeno un’organizzazione, la cui domanda di ammissione sia già stata approvata dal Consiglio Nazionale.
Essa opera per il conseguimento della Mission Statutaria – SEZIONE I in esclusiva provinciale e può ammettere un numero illimitato di altre organizzazioni che si associano ad essa.
Per la sua costituzione è previsto che sia registrata presso l’Agenzia delle Entrate con Statuto conforme a quello di ARTEDO e con un proprio codice fiscale.

 

3 SEZIONE II
Attraverso la SEZIONE II, Artedo intende conseguire l’iscrizione presso il Registro Pubblico degli operatori delle Artiterapie presso il Ministero dello Sviluppo Economico ai sensi delle L. 4/2013 (Disposizioni in materia di professioni non organizzate) e della Norma UNI per il medesimo settore e per tutti gli altri settori affini riconosciuti dalla medesima legge.
L’Associazione, per il conseguimento della propria Mission Statutaria, utilizza le Arti Terapie (Musicoterapia, Danza Movimento Terapia, Arte Terapia Plastico-Pittorica, Teatroterapia e Drammaterapia) quale strumento d’intervento nella relazione d’aiuto e per la formazione degli operatori impegnati nello stesso ambito. In tal senso, e in ottemperanza alle disposizioni della Legge 4/2013 (Disposizioni in materia di professioni non organizzate in ordini e collegi), si impegna ad adottare un Manifesto, un Regolamento e un Codice Etico, oltre ad istituire dei Registri Professionali degli Operatori delle Arti Terapie, suddivisi per livello di formazione e per disciplina artistica di vertice, e lo Sportello pubblico del Consumatore per la tutela dell’utenza.
L’Associazione s’impegna a rispettare i principi di trasparenza, democraticità e accessibilità, stabiliti dalla Legge 4/2013 sulle nuove professioni, attraverso la pubblicazione sui siti web istituzionali preposti e sui propri portali in internet di tutti gli atti e dei documenti ufficiali ad essa riferiti.
L’Associazione s’impegna a porre in essere ogni azione necessaria per il mantenimento degli standard qualitativi conseguiti in relazione alle modificazioni della Legge 4/2013 ed alle Norme Tecniche volontarie emanate dall’UNI per il settore delle Arti Terapie e per gli altri settori ad esse collegati nei quali dovesse operare nel tempo, direttamente o in partenariato con enti terzi.

 

3.1 Arti Terapie e professioni riconosciute ai sensi della Legge 4/2013
L’Associazione ha lo scopo di promuovere una cultura moderna e dinamica delle Arti Terapie, coniugando la tradizionale accezione delle stesse, legata a modelli applicativi e formativi di matrice storica, agli strumenti offerti dalla tecnologia contemporanea (la formazione a distanza, in modo particolare), operando una sintesi metodologica che faciliti la nobilitazione e la diffusione della professione dell’Arte Terapeuta e delle altre figure professionali ad essa connesse e operanti nel campo della relazione d’aiuto.
Ciò al fine di elevare gli standard qualitativi della formazione degli operatori, di agevolare l’accesso dei giovani ai percorsi formativi nelle arti terapie e nelle discipline ad esse collegate e, successivamente, al mondo del lavoro nella relazione dell’aiuto.
L’Associazione può perseguire i medesimi scopi anche in relazione alle altre figure professionali riconosciute ai sensi della Legge 4/2013, con particolare attenzione a quelle operanti nel campi dei servizi sociali e sanitari alla persona, attraverso l’istituzione, diretta o in partenariato con altri enti, di ulteriori sezioni “a latere” delle Arti Terapie e strutturate sul medesimo modello di quelle (ad esempio, Counselling, Naturopatia, Riflessologia ecc.).

 

3.2 Formazione e Certificazione
ARTEDO promuove, secondo propri modelli didattici di collaudata efficacia, la formazione in Arti Terapie (e nelle discipline ad esse collegate o riconducibili alla Legge 4/2013 - ed eventuali successive modificazioni – ovvero, in conformità con Norme Tecniche UNI), l’aggiornamento continuo e la certificazione dei singoli professionisti aderenti.

 

3.3 Registri Professionali delle Arti Terapie
ARTEDO istituisce i seguenti Registri :

  1. Registro Professionale degli Operatori delle Arti Terapie, articolato in diverse sezioni, ciascuna afferente ad una specifica disciplina artistiche di vertice, tra Musicoterapia, Danza Movimento Terapia, Teatroterapia, Arte Terapia Plastico-Pittorica e Drammaterapia;
  2. Registro dei Supervisori, articolato in sezioni, tra professionisti di area clinica e di area tecnica.

ARTEDO, ove richiesto o necessario,può istituire ulteriori Registri Professionali per le categorie professionali rappresentate.
Tutti i registri sono pubblici e consultabili on line sui siti web tematici dell’Associazione.
Spetta al Comitato Scientifico di Artedo il controllo sul corretto funzionamento dei Registri Professionali.

 

3.4 Manifesto di Artedo per le Arti Terapie
Per la definizione di Arti Terapie e per delineare il profilo professionale dell’operatore specializzato secondo il proprio modello, Artedo si impegna a promulgare un Manifesto pubblico, visibile on line sui siti tematici dell’Associazione.
Spetta al Comitato Scientifico di Artedo l’emanazione ed ogni eventuale modifica del Manifesto per le Arti Terapie.

 

3.5 Codice Etico
Il Codice Etico è l’insieme delle regole deontologiche che è chiamato a rispettare il Professionista Artedo. Esso, in conformità con le disposizioni della Legge 4/2013, è pubblicato sui siti tematici dell’Associazione, contiene le indicazioni relative all’obbligo alla formazione continua e le sanzioni previste in caso di inosservanza e violazione.
Spettano al Comitato Scientifico di Artedo la stesura ed il controllo sul rispetto del Codice Etico da parte degli associati, nonché la proposta al Consiglio Nazionale d’irrogazione delle eventuali sanzioni in caso di segnalazione e accertamento di violazioni.

 

3.6 Sportello del consumatore
Per le violazioni del codice di condotta e per tutti i comportamenti non conformi con l’etica professionale, Artedo attiva lo Sportello del Consumatore, in conformità con le indicazioni della Legge 4/2013. Si tratta di un servizio on line, disponibile sui siti tematici dell’Associazione, attraverso il quale l’utenza può segnalare al Comitato Scientifico eventuali abusi ai danni dei consumatori da parte di singoli professionisti iscritti ai Registri di Artedo.
L’organo preposto alla tutela dei diritti dei consumatori, per il tramite dello Sportello omonimo, è il Comitato Scientifico, il quale, se chiamato in causa, è tenuto ad inviare al Consiglio Nazionale una relazione conclusiva per l’archiviazione della segnalazione o per l’irrogazione della sanzione per l’abuso accertato.

 

3.7 Comitato Scientifico
Il Comitato Scientifico è eletto dall’Assemblea Nazionale su proposta del Consiglio Nazionale. Esso è attivo unicamente all’interno ed ai sensi della Sezione II dello Statuto ed esercita le funzioni di:

  1. Indirizzamento delle impostazioni generali, contenutistiche, didattiche e metodologiche relative alle attività formative in Arti Terapie;
  2. Controllo e Supervisione sulle attività stabilite dalla Legge 4/2013: Registri, Codice Etico, Sportello del Consumatore.

Il Comitato Scientifico può avere un numero non definito di componenti, non è un organo esecutivo e non può irrogare sanzioni. Il suo compito, nei casi di violazioni, termina con l’invio delle informazioni acquisite al Consiglio Nazionale.
Il Presidente del Comitato Scientifico, salvo diverse deliberazioni, è il Presidente dell’Associazione e prende la qualifica di Direttore Scientifico dell’Associazione.
Il sito istituzionale per gli aderenti alla SEZIONE II è www.artiterapie-italia.it, sito sul quale è pubblicato l’elenco di tutte le Delegazioni.
Le Delegazioni aderiscono alla Mission Statutaria - SEZIONE II di ARTEDO e sono prevalentemente organizzazioni che aderiscono al progetto denominato “Protocollo Discentes”, promosso da ARTEDO per le Arti Terapie o in partnership con altri enti per le professioni disciplinate ai sensi della L. 4/2013; operano in esclusiva provinciale limitatamente a quanto descritto nel programma e nei siti che ad esso fanno riferimento.

 

3.8 Altre professioni riconosciute ai sensi delle Legge 4/2013
Artedo può replicare il medesimo modello organizzativo della sezione “Arti Terapie” per tutte le altre professioni disciplinate dalle Legge 4/2013, istituendo dei Comitati d’Indirizzo ad hoc, in proprio o in partenariato con enti tecnici terzi, specialisti nelle professioni di che trattasi per il coordinamento metodologico e didattico delle stesse.

 

3.9 Il “Protocollo Discentes”
Il “Protocollo Discentes” è un modello didattico innovativo, basato su una modalità mista di apprendimento, tra laboratori in presenza e studio a distanza, gestito da ARTEDO per l’erogazione di corsi di formazione nelle nuove professioni, disciplinate ai sensi della legge 4/2013 (disposizioni in materia di professioni non regolamentate), tra cui Arti Terapie, Counselling, Naturopatia, ecc. e finalizzato all’apertura di scuole di formazione.
Fondatore e proprietario del brevetto della metodologia didattica “Protocollo Discentes” è l’Istituto di Arti Terapie e Scienze Creative, che ha affidato ad ARTEDO la creazione e l’organizzazione di una rete di scuole su tutto il territorio nazionale.
Attualmente ARTEDO diffonde la suddetta metodologia direttamente nelle Arti Terapie (www.artiterapie-italia.it) ed in partenariato per il Counselling Relazionale Espressivo (www.counselling-italia.it) e per la Naturopatia (www.naturopatia-italia.it).
L’insieme delle iniziative descritte e di tutte quelle affini che ARTEDO intenderà intraprendere nel corso degli anni, rientrano nel progetto denominato “Protocollo Discentes - Sistema per la creazione d’Impresa Etica”.

 

4. Dell'Organizzazione Generale
Nucleo fondante dell’Associazione sono le organizzazioni. Esse si articolano in Federazioni (aderenti alla Sezione I) e Delegazioni (aderenti alla Sezione II).

Le Federazioni aderiscono alla SEZIONE I dello Statuto e sono i Soci Ordinari di ARTEDO. Solo le Federazioni sono ammesse all’Assemblea Nazionale dei Soci Ordinari di Artedo, all’interno delle quali esprimono il loro diritto di voto, e possono, a loro volta, associare nuovi aderenti, sia enti che privati cittadini.

Le Delegazioni aderiscono alla SEZIONE II di ARTEDO e sono prevalentemente organizzazioni che aderiscono ai progetti denominati “Protocollo Discentes”. Esse sono istituite ai sensi e per gli effetti di quanto stabilito nel documento denominato “Domanda di adesione”, scaricabile dal sito www.artiterapie-italia.it e dagli altri siti del progetto denominato “Protocollo Discentes - Sistema per la creazione d’Impresa Etica”. Le Delegazioni possono fondare e aderire alle Federazioni, all’interno delle quali esprimono il proprio diritto di voto in quanto Soci (Fondatori o Ordinari) di quelle.

Ogni Federazione ha facoltà di diventare Delegazione e viceversa.

I Soci Generici i privati cittadini che richiedono di partecipare ad Artedo direttamente o per il tramite di una Federazione, all’interno della quale esprimono il proprio diritto al voto.

 

4.1 Coordinamento Nazionale delle Scuole (CNS)
Il Coordinamento Nazionale delle Scuole (CNS) è composto dalle sole Delegazioni di Artedo (per area tematica, ad esempio, Arte Terapia, Naturopatia, Counselling ecc.) per agevolare la comunicazione, lo scambio e il confronto sugli argomenti organizzativi e didattici delle Scuole.
Il CNS si riunisce indifferentemente in videoconferenza o in presenza ogni volta che vi sia la necessità ed è convocato dal Presidente di Artedo con le medesime modalità dell’Assemblea Nazionale. Esso è un organismo non deliberativo, funzionale alla circolarità delle informazioni. Può, tuttavia, portare al Consiglio Nazionale proposte che, dopo attenta valutazione, possono essere poste all’Assemblea Nazionale per la ratifica finale.

 

4.2 Comitato delle Grandi Scuole (CGS)
Il CGS è istituito all’interno del CNS per la raccolta delle istanze dei soci (Generici) tra le cinque Delegazioni con il maggior numero di quote associative unitarie nella media degli ultimi 3 anni. È un ente collegiale che dura in carica un anno ed è presieduto dal Presidente dell’ente con il maggior numero di quote all’attivo. Alla bisogna, si riunisce su skype e porta le istanze degli allievi in formazione, condivise all’unanimità, all’attenzione dell’Assemblea Nazionale per il tramite del Consiglio. Dopo il primo mandato, dal secondo anno in poi i membri vengono scelti nella prima Assemblea Nazionale dell’anno tra i 5 enti con il maggior numero di quote nell’anno precedente.

 

4.3 Coordinamento Nazionale dei Docenti (CND)
Il CND è istituito con delibera del Comitato Scientifico di Artedo del 25 Febbraio 2014. È funzionale al monitoraggio, per il tramite del suo coordinatore per area specialistica di riferimento, del rispetto della metodologia didattica.
Il CND si riunisce indifferentemente in videoconferenza o in presenza ogni volta che vi sia la necessità ed è convocato a gruppi unificati dal Direttore Didattico e Presidente di Artedo con le medesime modalità dell’Assemblea Nazionale o dal Coordinatore Nazionale di ogni singola area specialistica. Esso è un organismo non deliberativo, funzionale al controllo ed al monitoraggio delle attività didattiche in presenza. Può, tuttavia, portare al Consiglio Nazionale proposte che, dopo attenta valutazione, possono essere poste all’Assemblea Nazionale per la ratifica finale.

 

5. Dei soci
Le categorie in cui si articolano i soci dell’Associazione:

  1. i Soci Ordinari;
  2. i Soci Generici;
  3. i Soci Sostenitori;
  4. i Soci Partner;
  5. i Soci Onorari.

Sono Soci Ordinari le organizzazioni formalmente costituite in Federazioni Provinciali, aderenti ad ARTEDO Nazionale e stabilmente impegnate con il proprio organico al conseguimento della Mission dell’Associazione.
Le “Delegazioni” sono tenute a costituirsi in Federazioni Provinciali di Artedo o ad aderire ad una Federazione esistente. Esse sono tenute altresì al versamento di tante quote associative unitarie annuali, secondo quanto stabilito dal progetto denominato “Protocollo Discentes” e sancito nella domanda di adesione allo stesso.
La quota associativa unitaria delle organizzazioni aderenti da versarsi ad Artedo Nazionale per l’anno 2014 è di € 200,00.
La quota resta invariata per gli anni a venire, salvo ulteriori delibere dell’Assemblea Nazionale.
Le “Federazioni”, per la loro ammissione, se non fondate da Delegazioni, sono tenute al versamento di una sola quota associativa unitaria annua di € 200,00.
Nel caso di Federazioni fondate e costituite da Delegazioni, fa fede il versamento del numero di quote previsto da ciascuna Delegazione, con esonero della quota unitaria annua prevista per la Federazione.

Sono Soci Generici i privati cittadini che facciano richiesta di ammissione per il tramite di una Federazione.
Essi, tutti pari in dignità nell’Assemblea Provinciale dei Soci, esprimono il proprio diritto di voto all’interno delle Federazioni e si suddividono in:

  1. Soci Generici Speciali sono coloro i quali frequentano tutte le attività della Federazione Provinciale d’appartenenza, dalla Formazione Specialistica alla Scuola Diffusa Arti Terapie 2.0;
  2. Soci Generici di base sono coloro i quali frequentano solo parte delle attività della Federazione Provinciale d’appartenenza, limitata alla Formazione di Base. Essi non partecipano alla Scuola Diffusa Arti Terapie 2.0.

Sono Soci Sostenitori coloro i quali richiedono di partecipare ad alcune circoscritte attività afferenti la Mission Statutaria – SEZIONE II di ARTEDO.
Nella fattispecie, l’attività del socio sostenitore è limitata all’accesso a registri professionali sul sito www.artiterapie-italia.it.
Essi sono tenuti ad inoltrare domanda direttamente al Consiglio Nazionale ed a versare ad ARTEDO l’importo di una quota associativa annuale di € 100.
I Soci Sostenitori non hanno diritto di voto nelle Assemblee.

Sono Soci Partner le organizzazioni formalmente costituite che esprimono, con l’adesione ad ARTEDO, il sostegno simbolico al conseguimento della mission dell’Associazione.
I Soci Partner non hanno diritto di voto nelle Assemblee.

Si definiscono Soci Onorari i personaggi di spicco del mondo della cultura, delle scienze, dello sport, del volontariato ecc. che contribuiscono, con il buon nome e l’operato, alla crescita ed alla diffusione della mission dell’Associazione.
I Soci Onorari non hanno diritto di voto nelle Assemblee.

 

6. Dell'Assemblea

6.1 Nomina Presidente dell'Assemblea
Prima dell’inizio di ogni assemblea viene nominato tra i presenti il Presidente della stessa, il quale cessa dalla carica con la sottoscrizione del verbale e non ha altro potere che quello di dirigere le operazioni. Il verbale dell'assemblea è redatto dal Segretario del Consiglio Nazionale ovvero, in sua assenza, dal Presidente dell'Assemblea o da altra persona da questi delegata, che lo consegnerà al Segretario per la pubblicazione sul sito web dell'Associazione.

 

6.2 Modalità di Voto
Sono previste due modalità di voto:

  • Palese: Il Presidente enuncia il quesito della votazione e richiede la preferenza degli associati per alzata di mano. Il Segretario procede al conteggio che viene comunicato al Presidente, il quale provvede a dichiarare l'esito della votazione.
  • Segreta: (quando richiesta da almeno un quinto dei presenti) Vengono preparate delle schede per la votazione. Ciascuna scheda deve contenere il quesito della votazione ed enumerare le possibili scelte. Il Segretario provvede a consegnare una scheda ad ogni associato (salvo voto per delega). Le schede vengono raccolte dal Segretario che procede allo spoglio pubblico e al conteggio. Il Presidente dichiara infine l'esito della votazione.

Si vota comunque con modalità palese per l'approvazione dei bilanci e con modalità segreta per eleggere i membri del Consiglio Nazionale.
Il Consiglio Nazionale viene eletto per candidatura; ad ogni associato viene consegnata una scheda su cui poter esprimere le proprie preferenze sino al numero massimo pari a quello dei consiglieri da eleggere. Il Consiglio Nazionale elegge al suo interno il Presidente, la cui nomina viene ratificata dall’Assemblea.
Tutti i soci ordinari hanno diritto ad un voto.

 

6.3 Verbale dell'Assemblea
Una copia del verbale, firmato dal Presidente e dal Segretario, viene conservato in archivio nella sede sociale dell'Associazione.
Il verbale di ogni assemblea viene pubblicato nel sito web dell’Associazione a disposizione degli associati.

 

6.4 Delle riunioni del Consiglio Nazionale
Le riunioni del Consiglio Nazionale potranno essere effettuate anche per via telematica.
Il verbale steso durante le riunioni dal Segretario deve essere firmato dal Presidente e riportato in forma cartacea nell'archivio dell'Associazione.

 

7 Delle spese e della rendicontazione

7.1 Spese rimborsabili
Le spese che gli associati sostengono nell'interesse dell'Associazione devono essere preventivamente autorizzate dal Consiglio Nazionale.
Sono rimborsabili tutte le spese previste dal Consiglio Nazionale per le quali venga prodotta la seguente documentazione dall’associato richiedente:

  • scontrini e ricevute fiscali , eventuali fatture (intestate ad "Associazione ARTEDO”); biglietti aerei, bus, treno;
  • pedaggi autostradali;
  • rimborsi per carburante automobile.

Per usufruire del rimborso spese, gli aventi diritto dovranno presentare al Consiglio Nazionale il modulo di rimborso spese (preparato dal Consiglio stesso) con allegate le eventuali fatture intestate all'Associazione e la documentazione necessaria.
Il modulo di rimborso spese e tutti gli allegati saranno conservati per il tempo previsto dalla legge dal Tesoriere per il resoconto annuale e per tutte le verifiche necessarie.

 

7.2 Rendicontazione di cassa
La gestione della cassa è a cura del Tesoriere. Questi conserva un registro delle entrate e delle uscite, allegando le relative documentazioni. La prima settimana di ogni semestre il Tesoriere invia un rendiconto ai membri del Consiglio Nazionale. E' sufficiente che il rendiconto contenga il totale delle entrate e delle uscite e l'ammontare del fondo cassa.

 

8. Disposizioni finali

8.1 Trattamento dei dati personali
Il Libro degli associati viene conservato in ossequio alle vigenti normative sul trattamento e la tutela dei dati personali dal Segretario.
Il titolare del trattamento è l'Associazione nella persona del legale rappresentante-presidente pro tempore.
I dati personali degli associati saranno conservati e trattati esclusivamente per uso interno e non verranno forniti a terze parti in alcun caso, ad eccezione delle Pubbliche Autorità alle quali, su richiesta, si forniranno tali dati per gli scopi previsti dalla legge.

 

8.2 Logo e marchio dell'Associazione
Gli associati, nello svolgimento della loro attività per l'Associazione, devono adottare logo, marchi e brevetti dell'Associazione stessa.
Gli associati che vogliano apporre il logo su biglietti da visita, carta intestata, siti web, devono utilizzare i modelli autorizzati dal Consiglio Nazionale e disponibili nell’area riservata dei siti web dell’Associazione.


8.3 Rilascio titoli
Le Federazioni sono autorizzate al rilascio diretto dei Titoli conseguiti a seguito delle attività formative promosse da ARTEDO, salvo diverse disposizioni di Enti Certificatori ecc. che dispongano il rilascio diretto di ogni forma di attestazione da parte di Artedo Nazionale.
Le Delegazioni possono rilasciare autonomamente Titoli con la dicitura “in partenariato con Artedo”.
E’ fatto esplicito divieto di rilascio di Titoli, Attestati ecc. a Federazioni e Delegazioni non preventivamente autorizzati da Artedo Nazionale.


8.4 Conto corrente dell'Associazione
Il pagamento delle quote associative e le altre elargizioni effettuate a favore dell’Associazione dovranno essere effettuate a mezzo di conto corrente (postale o bancario) alle coordinate indicate nella modulistica e sui sitio web.


8.5 Abrogazione degli artt.23 e 24 del Cap. V dello Statuto delle Federazioni ProvincialiCon Delibera dell’Assemblea Nazionale del 12 Marzo 2014, si dichiarano abrogati gli artt. 23 e 24 dello Statuto delle Federazioni Provinciali (Costituzione dei Comitati Provinciali).


8.6 Delle modifiche al Regolamento
Il Consiglio Nazionale può modificare questo regolamento con delibera adottata a maggioranza qualificata dei due terzi dei suoi componenti. Sarà compito dell’Assemblea Nazionale ratificarne il contenuto.

 

F.to Stefano Centonze

(Presidente Nazionale ARTEDO)